Itinerari artigianali Puglia

Con le guide di Percorsi potrete conoscere l'artigianato tipico pugliese (la ceramica, la terracotta, la cartapesta, la pietra leccese, il ferro battuto ed il ricamo).
Scoprirete con l"aiuto della nostra guida i diversi luoghi di produzione dei prodotti artigianali e i centri della Puglia specializzati nell'una o nell'altra lavorazione:

Cartapesta

Pietra leccese

Terracotta

Cartapesta leccese Pietra leccese Terracotta leccese

Artigianato tipico di Lecce è la cartapesta. Nelle botteghe si lavorano statue religiose o figurine da presepe e soggetti che rappresentano le figure contadine o gli antichi mestieri di un tempo. Una delle manifestazioni più evidenti della sopravvivenza di questa tecnica è rappresentata anche dai famosi carri del Carnevale di Putignano (in provincia di Bari).

Un'altra forma di artigianato tipico è rappresentato dalla lavorazione della pietra leccese, conosciuta localmente come "Leccisu". E" una roccia appartenente alla famiglia delle calcareniti, estremamente versatile alla lavorazione e per questo molto usata per la realizzazione di elementi decorativi e di arredo. Il suo massimo splendore e uso lo raggiunse durante il periodo barocco. Questa pietra diede vita alle splendide chiese e ai fa palazzi visibili in tutto il Salento.

In Puglia, la lavorazione della terracotta risale ad epoche remote, gli esemplari più antichi (trozzelle, crateri), conducono ai Messapi e sono ancora visibili nel Museo Sigismondo Castromediano di Lecce.
Per avere un'idea del vasto repertorio delle terrecotte e Ceramiche è consigliabile visitare le botteghe artigianali ricche di acquasantiere, pupi del presepe, fischietti, campanelle e i loro centri più rappresentativi come Laterza e Grottaglie (in provincia di Taranto) e Cutrofiano (provincia di Lecce).

Arte dell"impagliare

Ferro battuto

Legno

Impagliatura ceste Lavorazione ferro battuto Lavorazione legno

Diversi sono i centri della Puglia dove si continuano a realizzare oggetti come ceste, panieri e piccole nasse con canna palustre precedentemente essiccata e rami d'olivo.

L'arte di realizzare ringhiere per balconi, lumiere, candelieri in ferro battuto in Puglia era molto diffusa nel periodo barocco ma dopo un lungo torpore si risvegliò tra XIX e XX secolo sino a giungere ad oggi.

L'arte di lavorare il legno in Puglia si diffuse nel Cinquecento, quando si realizzarono gli arredi per gli interni delle chiese. Oggi quest’arte e’ ancora fiorente con tecniche a intaglio e intarsio ed ebanisteria.

Durante le visite verranno illustrate: la tradizione artigianale di quello specifico territorio e le diverse tecniche artistiche di lavorazione del manufatto, prima di entrare a visitare la bottega artigiana.
Sarà possibile anche conoscere l'antica arte del ricamo a mano e i segreti per la creazione dei meravigliosi manufatti tessili (tecnica del tombolo, pizzo ad ago, macramè, chiacchierino...) e i loro centri di produzione con visite guidate presso i luoghi in cui ancora quest'arte è viva.

DURATA: 1,5-2 ore.